LIFE UNINTERRUPTED LIVE PERFORMANCE

LIFE UNINTERRUPTED LIVE PERFORMANCE

Il 21 Marzo Alessio Bonini collabora con l’amico pittore Georges Rabbath alla realizzazione di una performance basata su un progetto ideato da quest’ultimo  esibendosi dal vivo presso Carneviola Art Gallery.

La performance ha visto entrambi compiere la realizzazione di un opera su un unica tela di oltre dieci metri per 2 di larghezza in 4 ore.

Concetto

Un rotolo di carta interminabile è srotolato in uno spazio in cui si trova anche l’artista. Viene chiesto a delle persone fra il pubblico di raccontare un episodio della propria vita. L’artista traduce le loro parole in segni e simboli che riporta sulla carta. Ogni partecipante può scegliere di lasciare o meno un’impronta nella pittura fresca e poi andarsene.
Come raccontare la propria storia senza cadere in brutte metafore, senza utilizzare le stesse parole che altri hanno già usato e magari narrare una storia che non è la nostra? Come rendere questo racconto universale, mantenendo allo stesso tempo quello che contiene di più personale ed intimo? Quante volte abbiamo adoperato gli stessi termini per provare a dire qualcosa di nuovo, qualcosa di vero? E quante volte abbiamo notato, che spesso le parole non bastano e che serviva tutta una vita per dire la nostra verità? Quante volte abbiamo verificato che un gesto bastava a dire tutto?
La traccia lasciata sulla carta è molto di più che l’abito del nostro pensiero: l’idea nasce lì, come può anche morire lì. Tra il contenuto di questa traccia scritta e il gesto che la porta, esiste un’infinità di mondi e di versioni di noi stessi che bisogna esplorare e sui quali soffermarsi. Risiede proprio qui l’essenza del progetto “Life Uninterrupted”, che nasce con lo scopo di esplorare esperimentare gesti che sembrano creare delle tracce calligrafiche di un mondo sconosciuto e che si trova aldilà e di unire intenzioni e azioni, cuore e pensiero.

Questo è Life Uninterrupted



neque. venenatis, vulputate, ut Nullam Donec velit, commodo